Non sei connesso Connettiti o registrati

LA SCELTA DELL'ALLEVATORE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 LA SCELTA DELL'ALLEVATORE il Lun Mar 25 2013, 11:02

Stefania

avatar
Admin
Admin
Un ulteriore articolo interessantissimo sulla scelta dell'Allevatore, questa volta scritto da una Goldenista

La scelta dell'Allevatore


**Come distinguere il buono dal cattivo? **
E’ sempre piu’ difficile trovare un buon cucciolo, grazie anche all’abbondanza di cucciolifici e dilettanti che vendono cuccioli di Golden a dei prezzi molto bassi –e gia’ qui dovrebbe suonare un campanello di allarme!-. Gli annunci sono pieni di questo tipo di cuccioli, allora, come fare a distinguere il buono dal cattivo?

La scelta dell’allevatore e’ molto importante, l’allevatore deve essere competente e deve comportarsi eticamente. Dato che e’ impossibile sapere come il cucciolo diventera’ da adulto, sia morfologicamente che caratterialmente, bisogna potersi affidare ciecamente all'allevatore.

Ci sono 4 tipi principali di allevatore, ma solo uno ha la A maiuscola.

CUCCIOLIFICI
La scelta peggiore in assoluto. Dei veri e propri lager nazisti dove vengono allevati migliaia di cuccioli all’anno, per poi rivenderli principalmente nei negozi. La maggioranza si trova nei paesi dell’ Europa orientale, ma cominciano a sorgere anche nella fascia occidentale. I cani vengono tenuti in magazzini bui, freddi d’inverno e caldi d’estate, dentro gabbie striminzite, nello sporco, le femmine vengono riprodotte a ogni calore e solitamente verso i 5 anni muoiono di stenti e spossatezza. Questi cani sono malati e i cuccioli nascono gia’ con patologie fisiche e caratteriali. I cuccioli vengono strappati alle madri gia’ dalle 4 settimane, vengono stipati in gabbie con poca acqua e ancora meno cibo, caricati su camion e spediti in tutta Europa.

NEGOZI
Un’altra scelta pessima. I cuccioli sono di pessima qualita’, provenienti dai cucciolifici e spesso con patologie latenti. E’ solo merce da vendere, e dato che l’investimento e’ basso, la vendita produce un notevole guadagno. I negozi fanno leva sul buon cuore dell persone che vedono queste povere creature nelle vetrine e comprano impulsivamente. Cosi’ facendo si salva un cane e se ne uccidono virtualmente altri 1000, perche’ comprando i cani nei negozi sosteniamo questo traffico disgustoso e illegale.

DILETTANTE
Un’altra scelta da non fare. Il dilettante ha un Golden e pensa che il suo cane debba riprodursi almeno una volta nella vita prima della sterilizzazione. Oppure vede un’altro Golden ai giardinetti e pensa a quanto sarebbe bello diventare nonno. O peggio ancora lo fa solo per denaro. Solitamente queste persone non sanno niente dello standard di razza, della storia della razza, delle linee di sangue, men che mai delle patologie ereditarie che affliggono la razza. E non gliene potrebbe interessare di meno. Questa persona ha come unico scopo la vendita veloce dei cuccioli.

ALLEVATORE COSCIENZIOSO
La scelta migliore. Questa persona alleva per passione non si aspetta un profitto dalle vendite. Quando si alleva per la gioia di farlo, per produrre esemplari sempre migliori che eccellano in ogni attivita’, allora l’ottimo risultato e’ garantito: i cuccioli saranno di alta’ qualita’. L’Allevatore si sente responsabilie di tutti i cuccioli da lui allevati e non fugge o si nasconde dai problemi che la sua progenie potrebbe manifestare. Questo allevatore prende atto dei problemi e si impegna a cercare di risolverli.
E’ questo l’unico allevatore da prendere in considerazione.


Come si riconosce un Allevatore preparato e coscienzioso?
Di seguito sono elencati dei requisiti che l’allevatore dovrebbe avere, e che tu soprattutto dovresti cercare.
Non aver timore di fare domande dirette, l’Allevatore ti risponderà in maniera esauriente chiarendo tutti i dubbi.
N.B: La differenza tra Allevatore e allevatore.

  • L’affisso ENCI non e’ una garanzia della serieta’ dell’allevatore
Purtroppo ci sono tanti cucciolifici con affisso! E ci sono affissi molto conosciuti che sono dei cucciolifici di alta categoria. L’affisso puo’ essere comprato dall’Enci per un paio di centinaia di Euro, e i requisiti richiesti dall’ENCI sono assolutamente ridicoli.

  • Lo scopo dell’Allevatore e’ il miglioramanto della razza
L’Allevatore non alleva per vendere. L’Allevatore alleva perche’ spera di creare qualcosa di speciale da una certa combinazione. L’Allevatore ti spieghera’ facilmente le motivazioni che lo hanno spinto a scegliere una certa combinazione piuttosto di un’altra.

  • L’Allevatore frequenta esposizioni e pratica agility, obedience, field work, tracking, o qualsiasi altra attivita’.
NON si va in expo per vincere, si va in expo per confrontarci, per confrontare le nostre creazioni con quelle di altri allevatori, si va in expo per essere valutati da un esperto, per accrescere la nostra conoscenza della razza, per riconoscere i nostri errori e cercare di eliminarli, o almeno correggerli con il prossimo accoppiamento, si va in expo per renderci conto di quanto siamo vicini – o lontani- dallo standard di razza. La vittoria e’ la ciliegina sulla torta, e vincere piace a tutti, ma e’ solo una delle tante ragioni per frequentare le expo. L’allevatore che non partecipa non ha idea della qualita’ dei suoi cani, non ha l’opportunita’ di confrontarsi. L’Allevatore che espone/fa gare e’ competitivo e vuol mostrare al mondo la qualita’ del suo lavoro, non si affida solo a un pedigree, mostra anche i suoi soggetti e le loro capacita’. Questo Allevatore e’ conosciuto nell’ambiente e ci tiene alla sua reputazione, e scegliera’ il cucciolo migliore per te e per il tuo stile di vita.

  • L’Allevatore ha cura dei suoi cani
L’Allevatore tiene molto alla salute dei suoi cani, gli da cibo e integratori di alta qualita’, li mantiene in ordine e puliti, usa i migliori prodotti, si assicura che i suoi cani facciano esercizio fisico. Recati a visitare piu’ di un allevatore, osserva dove vivono i cani, osservane l’aspetto, di tutti non solo quelli che vanno in expo o che lavorano, chiedi di vedere i vecchi, osserva la casa.

  • L’Allevatore controlla i suoi riproduttori per le patologie ereditarie (displasia anca/gomito, cuore –tra l’anno e i 15 mesi di eta’ del cane- occhi -annualmente-, test DNA per GRPRA1&2-una volta nella vita- )
L’Allevatore e’ in grado di mostrarti i certificati dei genitori e di rispondere a domande riguardanti altre patologie ereditarie per le quali non esisite un controllo determinanto, tipo epilessia, ipotiroidismo, problemi dermatologici e allergie. Pretendi di vedere i certificati, assicurati che siano stati preparati da veterinari abilitati, fai domande. Se non ricevi risposte soddisfacenti, se le risposte sono evasive, o se cercano di convincerti che i controlli non sono importanti, scappa a gambe levate.

  • L’Allevatore riproduce solo i migliori esemplari e non sfrutta le sue femmine
Non e’ etico riprodurre una femmina di eta’ inferiore ai 2 anni o superiore ai 7, e tra una cucciolata e l’altra ci dovrebbe essere almeno un calore di riposo. Due cucciolate per femmina sono sufficienti, tre sono accettabili.

  • L’Allevatore NON si sbarazza dei vecchietti!
Perche’ i cani sono la sua famiglia, e se li tiene vicino, tutti! Il cane “pensionato” deve stare in salotto davanti al camino, a riposarsi e ad aiutare nell’educazione dei giovani. ATTENZIONE agli allevatori che hanno solo cani giovani, chiedi sempre di vedere i cani anziani. I vecchietti inoltre sono una garanzia vivente della longevita’ delle linee di sangue.

  • L’Allevatore ti riempie di domande ed e’ sempre disponibile per riprendersi indietro un cane da lui allevato
L’Allevatore esamina molto attentamente le richieste ricevute, perche’ il benessere dei suoi cuccioli e’ la sua priorita’. L’Allevatore esitera’ a venderti un cucciolo finche’ non sapra’ molti dettagli sul tuo conto e la tua famiglia, il tuo stile di vita e i tuoi programmi con il cane. L’esame e’ molto lungo e la selezione spietata, ma quello che conta e’ che il cucciolo vada alla persona giusta che lo merita. Un cucciolo che torna indietro e’ un’esperienza traumatica per molti, il cucciolo in primis, ecco che l’Allevatore cerca di evitare questa situazione. Se ti senti inquisito, e’ un buon segno! ATTENZIONE agli allevatori che sono subito pronti a venderti il cucciolo e che offrono di spedirlo.

  • L’Allevatore educa il nuovo proprietario sulla razza e su come accudire il cucciolo
Fornisce istruzioni dettagliate e consigli su alimentazione, educazione, come prendersi cura del cucciolo. L’Allevatore e’ sempre disponibile e adora ascoltare storie di vita dei cani che ha allevato.

  • L’Allevatore riceve volentieri visitatori e accoglie l’opportunita’ di essere paragonato ad altri allevatori. Ne ha solo da guadagnare!
L’Allevatore e’ fiero di aprire la sua casa, pulita e in ordine, di mostrare cuccioli cicciotti, sani, allegri, ben socializzati, di mostrare i genitori e gli altri adulti, e soprattutto i nonnini. Se il padre della cucciolata appartiene a qualcun altro l’Allevatore mostrera’ i suoi certificati di salute, e fornira’ tutte le informazioni necessarie sullo stallone e i suoi proprietari. L’allarme dovrebbe suonare in presenza di:
a) cuccioli paurosi, piagnucolanti, eccessivamente timidi
b) cuccioli con pelo secco e sciupato, con occhi lacrimanti o sporchi, con segni di diarrea, con eruzioni cutanee
c) segni di sciatteria e disinteresse come mancanza di acqua nelle ciotole, ciotole con cibo avanzato, sporcizia
d) un’allevatore che vende un cucciolo sotto le 7 settimane, che spedisce il cucciolo, che non fa domande, che vende ai pet-shop, che vende tramite terzi

  • L'Allevatore fornisce referenze
Nomi di famiglie che hanno i suoi cuccioli, nomi del/dei veterinari con i quali collabora, nomi di altri allevatori.

  • L’Allevatore fornisce sempre un contratto scritto e un certificato di buona salute.
Il contratto deve essere molto esplicito e firmato dalle parti. ATTENZIONE agli allevatori che garantiscono per la salute del cucciolo/cane (per tutta la sua vita) e l’esenzione dalle patologie ereditarie. Queste cose NON possono essere garantite, l’allevatore non e’ Dio (anche se puo’ crederlo).

  • L’Allevatore indica sul suo sito i dettagli del cane, il nome di pedigree, i risultati degli esami medici.
ATTENZIONE ai siti dove i cani sono solo chiamati col nome di famiglia e il pedigree non e' mostrato.

FARE MOLTA ATTENZIONE A:
* *allevatori che hanno prime, seconde, terze e ultime scelte e vendono cuccioli a prezzi diversi.
* *allevatori che chiedono una cifra extra per il pedigree.
* *allevatori che vendono cuccioli con pedigree e cuccioli senza pedigree a prezzo ridotto. E’ ILLEGALE!!
* *allevatori che chiedono prezzi astronomici. Il prezzo di un cucciolo di Golden di ottima qualita’ puo’ variare tra 1300-1500€. Un prezzo superiore a 1500€ e' immotivato. (sebbene ci sia libertà di offerta/acquisto n.d.r.)
* *allevatori che si fregiano di avere i “rari” golden americani ( fenomeno che si ritrova anche negli USA, ma capovolto, infatti negli USA alcuni allevatori si fregiano di avere "rari golden europei color crema") Prima di tutto il Golden e’ nato in Scozia, quindi il vero Golden e’ Britannico, non Americano!! Il Golden Retriever e’ UNO solo, ma ci sono diversi tipi all’interno della stessa razza. Il tipo Americano NON e’ raro (ce ne sono in abbondanza negli USA!!!) e non e’ neanche piu’ prestigioso, o piu’ buono o piu’ peloso, e’ solamente un tipo diverso (lo stesso concetto vale per il "raro golden europeo color crema", non c'e' niente di raro, di goldens di tipo Inglese ce n'e' in abbondanza ovunque, anche negli USA!) . La differenza di prezzo tra cuccioli di cucciolate/Allevatori diversi puo’ essere motivata dai titoli vinti dai genitori dei cuccioli, non di certo da una rarita' che non esiste! (quindi se vi piace il tipo americano...nulla da eccepire...e nulla da eccepire con chi li alleva: è l'uso dell'aggettivo "raro" che è inappropriato - n.d.r.)
* *allevatori multirazza.

Arianna Rosellini-Briscoe 1stClassGoldens (modificato)



Ultima modifica di Stefania il Lun Mar 25 2013, 18:56, modificato 1 volta

2 Re: LA SCELTA DELL'ALLEVATORE il Lun Mar 25 2013, 18:50

Levante


è tra i più bei articoli che abbia mai letto sulla scelta dell'allevatore, complimenti

http://www.igoldendegliulivi.com

3 Re: LA SCELTA DELL'ALLEVATORE il Lun Mar 25 2013, 18:55

Stefania

avatar
Admin
Admin
concordo!!
per questo ho chiesto il permesso ad Ari di pubblicarlo anche qui happy

4 Re: LA SCELTA DELL'ALLEVATORE il Mar Mar 26 2013, 18:23

cris76


bellissimo, verissimo

http://www.golden-ferri.eu

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum